Nel numero di luglio/agosto di Pet B2B si parla di tiragraffi

Nel numero di luglio/agosto di Pet B2B è pubblicato un approfondimento sui tiragraffi e sulla necessità di proporre questi prodotti al pet owner tramite vendita assistita.

Infatti sebbene questo accessorio sia indispensabile per il gatto e per i suoi proprietari, spesso i pet owner alle prime armi non sanno come orientarsi nei criteri di scelta né come abituare il gatto ad utilizzare questo strumento, anziché il tappeto o i braccioli del divano, per affilarsi le unghie.

Molte sono le azioni che un gestore di un pet shop può intraprendere per promuovere la vendita di questo tipo di articolo, a cominciare proprio dal suggerirlo ai neoproprietari. Inoltre è consigliabile che il gatto si abitui da subito a utilizzare tale strumento e a evitare di graffiare altri oggetti domestici.

tiragraffi

Per far sì che ciò avvenga si può ricorrere ad abituanti come erba gatta e feromoni particolari i quali attirano il felino instaurando un’immediata confidenza con l’oggetto. Talvolta alcuni tiragraffi contengono già questo tipo di abituanti all’interno della loro confezione. Ad ogni modo il loro acquisto può essere suggerito dal retailer insieme alla vendita del tiragraffi.

Hanno partecipato all’inchiesta Camon, Zolux, Fantoni e Gimborn.

Per leggere l’articolo clicca qui

Per scaricare il numero di luglio/agosto di Pet B2B clicca qui

Potrebbero interessarti anche...