Il numero di luglio / agosto di Pet B2B è in diffusione

Nel nuovo numero di Pet B2B si parla delle prospettive di sviluppo della toelettatura, dei trend del secco e del mercato dei tiragraffi. Spazio anche alle vendite di accessori per pet nel primo trimestre dell’anno. Come sempre inoltre si possono trovare numerose rubriche e articoli di attualità, come ad esempio l’evoluzione dei prezzi online durante il lockdown.

NO FOOD – Il lockdown ha penalizzato le vendite di accessori, in particolare l’abbigliamento e le attrezzature per toelettatori. Ma ci sono anche segmenti in forte crescita come tappetini e lettiere. Sul fronte dei canali, crescono soprattutto le catene.

COVER STORY – Uno dei punti di forza dell’azienda Cerere è la linea di prodotti concepita con una modalità innovativa: creare una dieta variata e con un altissimo livello di personalizzazione. «Si tratta di un sistema di alimentazione sano, flessibile, modulabile e un servizio di Consulenza Nutrizionale aziendale gratuito e costante per tutti i proprietari di animali», spiega Luigi Schiappapietra, titolare del gruppo di cui l’azienda è parte.

TOELETTATURA – Con l’avanzare del processo di parentizzazione, i trattamenti di igiene per i pet stanno incontrando un crescente successo. E le sinergie con i pet shop sono tantissime. Che sia un’attività esterna ma abbinata al punto vendita, o che si tratti di un servizio interno, questa area genera sempre una ricaduta positiva in termini di fatturato indotto. Senza nemmeno soffrire la concorrenza dell’on line. Unico neo: l’assenza di una regolamentazione capace di scoraggiare chi non ha formazione e competenze adeguate.

DRY FOOD – Il segmento è stato fra quelli su cui ha maggiormente inciso l’emergenza sanitaria, con il picco delle vendite a marzo e la flessione nel periodo successivo. L’accelerazione dell’e-commerce ha inoltre portato a un ulteriore guadagno di quote per questo canale soprattutto per il sacco grande, già in precedenza fra i best seller online. Ma anche i retailer tradizionali stanno evidenziando buoni risultati e per molti l’impressione è che per questa categoria di prodotti il ritorno alla normalità sia imminente.

TIRAGRAFFI – È fra gli accessori più utili per chi ha un gatto in casa, ma spesso i pet owner alle prime armi non sanno come orientarsi nei criteri di scelta e il web non è sempre in grado di offrir loro le giuste soluzioni. Il miglior modo per acquistare un buon tiragraffi è quello di rivolgersi ai pet shop, osservare di persona gli articoli e chiedere consigli al retailer il quale ha la possibilità di aggiungere alla vendita anche prodotti abituanti come erba gatta o feromoni.

GRUPPO DI ACQUISTO – A oggi sono 18 i punti vendita che fanno parte della nuova rete di Più che amici. Gli store coprono le zone geografiche di Torino, del cuneese e della Valle d’Aosta. «L’elasticità e la possibilità di aiutarsi tra di noi è molto importante» spiega Cristina Fulle, coordinatrice delle attività di marketing. «È uno dei vantaggi competitivi che le grandi catene non possono avere».

Per scaricare la rivista:

www.petb2b.it/wp-content/uploads/2020/06/petb2b-lug20

Per sfogliare la rivista:

Potrebbero interessarti anche...